More
    TennisTalker MagazineConsigliIntegrazione durante l’allenamento e durante il Match

    Integrazione durante l’allenamento e durante il Match

    Bentornati talkers. Oggi vi parlaremo di integrazione durante l’allenamento e durante il match, dopo l’articolo di qualche settimana fa sull’alimentazione pre incontro e pre allenamento, vedi link.

    Il tennis è uno sport che coinvolge tutto il corpo, richiede potenza, rapidità e resistenza agli sforzi ripetuti, oltre che concentrazione e precisione. Se l’attività, svolta a livello agonistico o amatoriale, è prolungata ed intensa, vi è un notevole dispendio di energie, per cui è necessaria l’assunzione di integratori specifici che forniscano tutti gli elementi utili a reintegrare le forze perse.

    Punto molto importante è l’idratazione: i tennisti infatti, giocano spesso sotto il sole, soprattutto d’estate con temperature molto elevate, tutti fattori che possono aumentare il livello di disidratazione.

    Durata e intensità dell’allenamento o del match – Integrazione

    Se ci si allena meno di due ore e si è fatto un pasto bilanciato prima di giocare (circa 2 o 3 ore prima) e l’intensità dell’allenamento è moderata, probabilmente non si avrà bisogno di integrare i carboidrati e gli elettroliti con i liquidi che si assumeranno.
    Se invece, ci si sta allenando molto duramente o si è nel mezzo di una partita impegnativa e la durata è superiore alle due ore, l’acqua semplicemente non basta. Oltre a questo, in condizioni di caldo estremo, durante una partita o un allenamento superiore a un’ora, è consigliato l’uso di una bibita sportiva con l’aggiunta di sali e carboidrati.
    Nelle pause brevi è indicato consumare, a seconda dei momenti, sali o gel di carboidrati, magari addizionati con amminoacidi ramificati (BCAA) che possano essere molto utili per il recupero, permettendo di giocare tutto il match ad alta intensità.

    Alimentazione durante l’incontro – Integrazione

    Più il match è lungo, maggiori saranno le richieste di energia da parte dell’organismo; nel corso della partita, dati gli sforzi prolungati, è fondamentale evitare la disidratazione e mantenere un buon livello di glucosio nel sangue. Ad ogni cambio campo, o pause, è bene scegliere soluzioni ipo-iso toniche che contengano carboidrati e sali minerali in giuste concentrazioni e continuare a berle anche dopo la fine dell’incontro. In alcuni tornei si giocano più incontri a poche ore di distanza tra loro (tornei Rodeo) ed è possibile che il rendimento del tennista cali a causa del fatto che il pasto prima dell’incontro non è più sufficiente.

    Cosa assumono i tennisti nelle pause?

    BCAA
    Per favorire un più rapido recupero può essere utile l’assunzione di un integratore a base di amminoacidi ramificati (BCAA), componenti della massa muscolare, ottimi per fornire la materia prima necessaria per il trofismo e i processi plastici che avvengono con un’intensa sollecitazione dei muscoli.
    BCAA 2:1: : link qui!

    Saranno i depositi che si consumano più velocemente. Ecco perché vengono consigliati sia attraverso bevande ricche di carboidrati sia gel o barrette energetiche che possono fornire livelli base per mantenere il dispendio fisico per diverse ore.
    CARBO SPRINT BCAA: link qui!
    ENERGETIKA: link qui!

    FRUIT BAR: link qui!

    Sali Minerali

    Si tratta di uno degli integratori studiati per una completa reintegrazione dei liquidi e dei sali persi durante e dopo lo sforzo fisico con la sudorazione, in particolare sodio, magnesio e potassio. Sono molto indicati negli sport di lunga durata e intensità, come nel caso del tennis ed inoltre prevengono l’insorgenza dei crampi muscolari. Da preferire prodotti addizionati con maltodestrine e destrosio per favorire un recupero energetico immediato e graduale.
    MINERAL PLUS: link qui!
    MAGNESIO E POTASSIO: link qui!

    Maltodestrine

    Quest’ultimo è un carboidrato complesso in polvere da diluire in acqua, che influisce minimamente sugli aspetti nutrizionali e viene lentamente rilasciato nell’organismo durante l’arco del match per dare benzina ai nostri muscoli e consentire una contrazione muscolare sempre rapida e potente. L’utilizzo delle maltodestrine inoltre, può ritardare l’insorgenza della fatica e aumentare la resistenza allo sforzo continuo migliorando le performance.
    CARBOSPRINT GEL: link qui!

    Vi é piaciuto l’articolo? Avete bisogno di delucidazioni da parte dei nostri medici? Se si, non esitate a contattarci, sempre qui su tennistalker.it!

    Newsletter

    Commenti

    Ti potrebbe interessare...

    Segui i tornei in collaborazione con TENNISTALKER

    più popolari