Cosa succede al nostro corpo quando facciamo sport?

Cosa succede al nostro corpo quando iniziamo a praticare uno sport?

0
1769
Lo sport é un bene essenziale?

Cosa succede al nostro corpo quando facciamo sport? – Abbiamo parlato molto dei benefici dell’esercizio e di come faccia bene alla salute generale. Questo argomento è stato citato dai media sempre di più ogni anno. Cosi tanto che un numero sempre più crescente di persone hanno iniziato a partecipare a più sport e fitness.

Ormai sappiamo che l’esercizio fisico ci mantiene in forma, ci dà più energia, promuove la salute generale e può aiutare ad avere un invecchiamento sano. Ma come? Cosa succede esattamente al nostro corpo quando ci alleniamo così bene? Di seguito sono riportate le informazioni raccolte da Mayo Clinic, Healthy Living e Business Insider che risponderanno alle nostre domande!

Cosa succede al nostro corpo quando facciamo sport? – le risposte

  • La tua temperatura aumenta. I muscoli hanno bisogno di energia per allenarsi, quindi il tuo corpo brucia calorie dai grassi e dai carboidrati che mangi in una serie di reazioni chimiche che producono calore.
  • Il tuo cuore diventa più forte. L’esercizio aumenta la frequenza cardiaca e aiuta a pompare più sangue attraverso il sistema, che è anche ciò che aumenta la temperatura interna. L’esercizio fisico regolare rende il tuo cuore più forte ed efficiente. Nel tempo riduce la frequenza cardiaca a riposo di 5-25 battiti al minuto.
  • Le endorfine vengono rilasciate. Quando ti alleni, il tuo corpo rilascia sostanze chimiche chiamate endorfine. Le endorfine interagiscono quindi con i recettori nel cervello per ridurre la percezione del dolore. Le endorfine innescano anche una sensazione di felicità nel tuo corpo che è accompagnata da una visione più positiva della vita.
  • La funzione cerebrale migliora. Aumentare la frequenza cardiaca migliora il flusso sanguigno al cervello, il che aiuta il cervello a funzionare immediatamente meglio. Gli studi hanno scoperto che l’esercizio aumenta le dimensioni dell’ippocampo, che è associato alla memoria e all’apprendimento. Pertanto, l’esercizio fisico regolare aiuta a prevenire l’insorgenza di demenza e Alzheimer.

Le tempistiche

Durante il tuo primo allenamento, ti senti molto energico e vigile. Le endorfine scorrono e ti sentirai benissimo! Tuttavia, molto probabilmente sperimenterai indolenzimento muscolare a insorgenza ritardata fino a 72 ore. L’importante è non fermarsi qui! Se continui ad allenarti regolarmente, questo passerà e raramente lo sperimenterai di nuovo.

Durante le prime 6-8 settimane il tuo corpo produrrà più mitocondri. I mitocondri sono le parti delle cellule che convertono i carboidrati, i grassi e le proteine ​​nel carburante utilizzato dai muscoli. Durante queste settimane puoi aumentare i tuoi mitocondri fino al 50%. Questo ti aiuta a sentirti più forte e in forma, rendendo i tuoi esercizi un po ‘più facili. Assicurati di continuare a spingerti, però. Se ti sembra troppo facile, aumenta l’intensità dei tuoi allenamenti.

In 6-9 mesi, sarai davvero in grado di vedere e sentire i risultati di un esercizio regolare. I tuoi muscoli saranno più forti e la visibilità più tonica. Noterai anche che puoi allenarti più duramente e correre più lontano rispetto all’inizio. Questo perché il tuo corpo ora può trasportare l’ossigeno ai muscoli in modo più efficiente.

Dopo un anno, i risultati saranno sicuramente evidenti. Tutto il tuo corpo sarà più snello e in forma. Le tue ossa saranno anche più dense, il che aiuta a prevenire l’osteoporosi. L’impegno a lungo termine per l’esercizio fisico contribuirà a ridurre i costi sanitari e ridurre il rischio di sviluppare artrite, diabete di tipo 2, demenza. Secondo Cancer.org, l’esercizio fisico regolare può anche aiutare a prevenire 13 diversi tipi di cancro, tra cui seno e colon.

Ti é stato utile questo articolo? Se si, faccelo sapere nei commenti, sempre qui su Tennistalker!

Le informazioni contenute in questo articolo sono state selezionate da pagine mediche certificate. In ogni caso, sono da ritenere a scopo esclusivamente informativo e non intendono sostituire il parere del medico curante.