Pilates: in che modo può migliorare le prestazioni dei tennisti

Il pilates per il tennis può essere un valido alleato, ecco perché

0
1737
pilates

Il pilates é un metodo di allenamento inventato nel ‘900 da Joseph Pilates. Il programma si concentra sui muscoli posturali, cioè quei muscoli che aiutano a tenere il corpo bilanciato e sono essenziali a fornire supporto alla colonna vertebrale. Lo scopo é quello di acquisire una completa padronanza dei muscoli del corpo tramite la mente, nonché fornire una tonificazione e rinforzo del Power House, cioè di tutti i muscoli connessi al tronco.

Nonostante le lezioni di pilates possano variare in base all’istruttore, i sei principi cardine non devono mai mancare. Questi sono: concentrazione, controllo, baricentro, respirazione, fluidità e precisione.

pilates

Quindi, veniamo al dunque. In che modo il pilates può migliorare le prestazioni di un giocatore di tennis?

Partiamo inizialmente descrivendo quelle che sono le caratteristiche del tennis. Il tennis é uno sport che richiede grande precisione e resistenza. É caratterizzato da movimenti repentini e aciclici, ovvero che non seguono un ciclo regolare ma che variano piuttosto di frequente.

In particolare, é uno sport che non sviluppa in modo completo ogni muscolo del corpo, ma ne favorisce un lato, creando spesso difetti posturali. A causa dei movimenti repentini e continui del tronco, come avviene nell’esecuzione di colpi quali il dritto e il rovescio, la parte lombare é sottoposta a tensione. É questo uno dei motivi per cui molti tennisti soffrono di ernia discale lombare.

Le articolazioni sono, in modo simile, soggette ad usura. In particolare quelle di anca e ginocchio, così come la spalla, subiranno delle conseguenze a livello dei legamenti e dei tendini. Il “gomito del tennista”, le patologie a carico della cuffia dei rotatori, il “dito a scatto” e le distorsioni sono molto frequenti.

Il tennis quindi può provocare patologie dovute al sovraccarico e al movimento brusco di determinate parti del corpo.

Ma..in che modo può il pilates migliorare le prestazioni del tennista?

L’obbiettivo del pilates é quello di rinforzare i muscoli del corpo e migliorarne l’elasticità, consentendo un maggior controllo muscolare da parte dell’atleta che lo pratica.

Gli esercizi più frequenti prevedono: esercizi per la cuffia dei rotatori, per la mobilità lombare, per il rinforzo degli arti inferiori e dei glutei, per migliorare l’appoggio plantare, per la retroversione del bacino (riducendo il mal di schiena e migliorando la postura e di conseguenza la vista) e per il rinforzo dei muscoli addominali, lombari e dorsali.

In particolare, gli esercizi di pilates consentono di migliorare la capacità del sistema neuromuscolare, quella di modulare le tensioni e le velocità di contrazione, donando fluidità ed elasticità.

Il pilates é praticato da tantissimi tennisti professionisti per la sua capacità di migliorare le prestazioni e compensare gli effetti negativi dell’unilateralità del tennis, ed é, pertanto, fortemente consigliato.