Lo stile attentivo si può modificare, parola di Sara Bordo!

Lo stile attentivo si può modificare, parla l'esperta Sara Bordo

0
1809
sara bordo

Stile attentivo – Ciao sono Sara Bordo, Psicologa dello Sport e Mental Coach. Nell’articolo precedente abbiamo parlato dell’importanza dell’attenzione e dei diversi stili attentivi. Lo sai che la tua attenzione si sposta continuamente su stimoli rilevanti e poco rilevanti? e che la tua attenzione può essere ampia e ristretta? Leggi l’articolo precedente se ti sei perso questi elementi fondamentali.

Ti sei fermato a pensare quando la tua attenzione in campo è ampia esterna, ampia interna, ristretta interna oppure ristretta esterna? Hai lavorato sugli elementi che ti distraggono durante la competizione o l’allenamento?

Sai che è possibile cambiare lo stile attentivo quando risulta poco funzionale alla tua prestazione?

Ho un domanda da farti: Cosa fai durante il cambio campo? Bevi? mangi un pezzetto di barretta? Pensi e ripensi al game perso o agli errori commessi?

Atleti di alto livello sono in grado di ottimizzare il tempo a disposizione, sanno quando concentrarsi e quando invece “distrarsi”. La maggior parte infatti, durante il cambio campo, dedica del tempo a spostare il proprio focus attentivo verso l’interno e concentrarsi su se stesso. Praticare tecniche di respirazione permette di spostare il proprio focus attentivo interno-ristretto.

Pratichi mai tecniche di respirazione nel cambio campo? Conosci l’importanza della respirazione nell’ambito sportivo? – stile attentivo

stile attentivo

La terapia della respirazione è una delle tecniche più efficaci, utilizzate soprattutto in oriente, per rivitalizzare il corpo, la mente e mantenere uno stato di salute e benessere. La filosofia yoga sostiene che il respiro sia una manifestazione fisica dell’energia (Prana) che dà la possibilità di vivere e respirare.

Respirare correttamente ha molti vantaggi fisici

  • Migliora la funzionalità cardiovascolare e polmonare
  • Aumenta l’ossigenazione dei tessuti e la funzionalità del sistema linfatico
  • Aiuta a rilassarsi, attenuando le tensioni del corpo
  • Combatte la stanchezza
  • Rinforza il sistema immunitario e rilascia sostanze chimiche che favoriscono la buona salute
  • Migliora la postura della colonna vertebrale

Questi benefici hanno un grande impatto sul fisico e sulla nostra componente mentale. Praticare specifiche tecniche di respirazione nel cambio campo in particolare quando sei agitato possono aiutarti a bilanciare il sistema simpatico e parasimpatico. Quando siamo nervosi e sotto stress il sistema simpatico lavora molto di più. L’unico modo per poter abbassare il sistema simpatico e alzare quello parasimpatico è praticare tecniche di respirazione ad esempio la respirazione diaframmatica. Inoltre utilizzare la respirazione ti aiuta a focalizzarti sul presente, togliendo la tua attenzione dagli errori commessi durante il match o da scelte sbagliate. La capacità di rimanere lucido e focalizzato sul presente è fondamentale per mantenere un livello di prestazione alto.

Ma come bisogna respirare nel cambio campo?

Quali sono le tecniche che possiamo utilizzare?

Scopri il prossimo articolo per imparare tecniche da mettere in pratica!

Nel frattempo ti lascio con questo piccolo video: guarda Nadia Podoroska che durante la partita del roland garros ha praticato, nel cambio campo, tecniche di respirazione.

A presto!

Sara Bordo

Mental Coach, psicologa dello sport e del benessere, ideatrice di Perform-Up tennis, l’applicazione di mental training.

stile attentivo