More
    TennisTalker MagazineNewsNadal e Djokovic a proposito di Federer e del suo ritiro
    Pubblicato in:

    Nadal e Djokovic a proposito di Federer e del suo ritiro

    Oggi, nella sessione serale di doppio, Roger Federer giocherà la sua ultima partita ufficiale. Lo farà a fianco dello storico amico e rivale Rafa Nadal; dall’altro lato della rete la coppia Tiafoe – Sock a rappresentare Team World. Proprio Nadal e l’altro componente dei Big Three, Djokovic, hanno reso omaggio a Federer parlando in esclusiva a Eurosport della sua importanza sia in ambito tennistico che fuori.   

    Nadal: “Fin dall’inizio abbiamo sempre avuto una rapporto molto semplice e positivo. Penso che fin dall’inizio ci si è trovati bene, e negli anni non ha fatto che migliorare. Abbiamo giocato in esibizioni per le nostre fondazioni, abbiamo condiviso momenti importanti della storia di questo sport. Siamo stati insieme sul campo e fuori dal campo, essendo stati a lungo nel consiglio. È stato un esempio positivo per tutti, anche per me, senza dubbio”.

    “È un momento molto triste, ma così stanno le cose. È la vita, e gli auguro solo il meglio. Il meglio del meglio in ogni cosa che farà. Se li merita: salute, famiglia, successo. Tutto”.

    “Be’, onestamente sarà una partita difficile da gestire. Stiamo a vedere come evolvono le cose, io spero solamente di poter aiutare anche in piccola parte a rendere quest’ultima partita ancora più speciale. Penso sarà indimenticabile, e sono orgoglioso e felice di stagli affianco in questo momento molto speciale”.   

    Djokovic:“È un momento triste per il tennis e per lo sport in generale, dover salutare uno dei più grandi di sempre”.

    “Il modo in cui ha fatto quel che ha fatto, dentro e fuori dal campo, gli ha assicurato una gran popolarità nel mondo. L’ha meritato perché è stato così perfetto dentro e fuori dal campo, coi risultati e la carriera, ma anche con la sua personalità.

    “Ha raccolto molto affetto dai fan dello sport di tutto il mondo e la sua grandezza vivrà per sempre”.

    “Alla Laver Cup abbiamo condiviso i migliori momenti da spogliatoio, i più divertenti. Già solo le conversazioni che normalmente non facciamo durante il Tour perché siamo rivali. Di norma non usciamo insieme siccome ciascuno ha il suo team e la sua famiglia a cui restare vicino, il che è normale e logico”.

    “Ma la Laver Cup è una competizione unica in cui si ha la possibilità di essere compagni di squadra e di supportarsi e conoscersi sotto nuovi aspetti.  Ieri sera col Team Europe è stata una cena molto divertente, abbiamo riso parecchio. Sto solo cercando di godermi ogni momento alla Laver Cup, che ogni momento per me è davvero prezioso”.

    Quando gli è stato chiesto di assemblare il giocatore ideale prendendo qualcosa da ciascuno dei Big Four, Djokovic ha risposto:“La forza di Rafa, sia fisica che mentale. Di Roger prenderei il servizio e il dritto, e di Murray la difesa e la risposta. Io nel mix non mi ci includo, ma credo che un giocatore del genere sia già piuttosto buono”.  

    Newsletter

    Commenti

    Ti potrebbe interessare...

    Segui i tornei in collaborazione con TENNISTALKER

    più popolari