More
    TennisTalker MagazineNewsLe parole di Nadal, dalle incertezze riguardo il futuro alla soddisfazione per la vittoria su...
    Pubblicato in:

    Le parole di Nadal, dalle incertezze riguardo il futuro alla soddisfazione per la vittoria su Djokovic

    Apriamo con le considerazioni del fuoriclasse maiorchino a proposito del suo precario stato di salute, situazione che lo vede impegnato nel fare di tutto pur di trovare un certo equilibrio di modo da chiudere al meglio questo Roland Garros, consapevole che presto navigherà in acque torbide. 

    “Sono vecchio abbastanza da non nascondere cose o venir qui a dire cose a cui non credo. Non so quel che può succedere. Come ho già detto, giocherò in questo torneo perché stiamo facendo il necessario di modo che sia pronto a giocarci, ma non so quel che succederà dopo questo. Ho quel che ho al piede, e se non riusciremo a trovare un miglioramento o una piccola soluzione, allora diventerà super difficile per me. Questo è quanto”.

    “Semplicemente mi godo ogni giorno il fatto di avere la possibilità di essere qui, senza pensare troppo a quel che potrà succedere in futuro. Ovviamente continuerò a lottare per trovare una soluzione, ma al momento non l’abbiamo. Per questo il solo essermi regalato la possibilità di giocare un’altra semifinale qui al Roland Garros mi da molta energia”.

    Una apporto non indifferente glielo dà la vicinanza del suo medico.

    “A Roma non avevo il mio dottore con me. Qui ce l’ho, ho più possibilità. Sto facendo tutto quel che posso per giocare questo torneo nelle migliori condizioni possibili. Dopodiché, a essere onesto non so come sarà, ma qui starò bene”.  

    Questo invece quel che Nadal ha avuto da dire riguardo l’ennesimo capitolo della sua storica rivalità con Djokovic: “È stato un momento molto commovente per me; giocare qui è incredibile… Il supporto nei miei confronti è stato incredibile, tutti sanno quanto sia importante per me giocare qui; è il torneo più importante della mia carriera, e resterà per me un torneo speciale”.

    “Una partita molto tosta… senza dubbio Novak è uno dei migliori giocatori di sempre, giocare contro di lui è sempre una sfida pazzesca visto tutto il passato che condividiamo. Oggi non ha fatto eccezione, e per vincere contro di lui c’è solo un modo: giocare al tuo meglio dal primo punto all’ultimo. Stanotte è stata per me una di quelle notti magiche; un livello inaspettato ma sono super felice”. 

    “Ovviamente per me un altro posto così non c’è (si riferisce al Chatrier). È il campo più importante della mia carriera tennistica, il più speciale, e, come ho detto prima, ho davvero sentito l’amore di Parigi in questo che è il posto più importante della mia carriera… significa tutto per me. Ci vediamo tra due giorni!”

    Newsletter

    Commenti

    Ti potrebbe interessare...

    Segui i tornei in collaborazione con TENNISTALKER

    più popolari