More
    TennisTalker MagazineConsigliTennisWarehouse: da Lacoste al Roland Garros, le nuove collezioni
    Pubblicato in:

    TennisWarehouse: da Lacoste al Roland Garros, le nuove collezioni

    TennisWarehouse in collaborazione con Tennistalker vi propone oggi due collezioni nuove.

    La prima è firmata LACOSTE, la seconda è interamente dedicata al Roland Garros.

    Boston, 1923, il giovane prodigio del tennis René Lacoste ha 19 anni e ama le sfide. Il capitano della squadra lo sa. Gli promette una bellissima valigia in pelle di coccodrillo che ammira in una vetrina se vince il match difficile che lo aspetta. René non vince, ma ha avuto la determinazione del coccodrillo sul campo, motivo per cui un giornalista americano gli ha dato questo soprannome, si legge sul sito ufficiale.

    in un precedente articolo, vi abbiamo raccontato proprio la storia di René Lacoste, il visionario che non si è fermato proprio davanti a nulla.

    Che cos’ha di speciale il coccodrillo?

    La qualità del tessuto e del filato è fuori discussione nel social network e riscuote apprezzamento per la garanzia di durata che offre. Lacoste è un evergreen ed è apprezzata per stile, vestibilità, eleganza e sportività. In particolare per queste ultime due caratteristiche emerge un coro di approvazione ampio. Un brand senza tempo, insomma.

    L’altra collezione è quella interamente dedicata al Roland Garros, come anticipato sopra.

    Perchè ii nome Roland Garros?

    Quando il torneo divenne un Open, si giocava già in un impianto collocato nel XVI Arrondissement di Parigi: il Roland Garros. Questo campo, inaugurato nel 1928, venne chiamato così in onore di un aviatore francese della Prima Guerra Mondiale, il quale sorvolò per primo il Mar Mediterraneo senza effettuare alcuno scalo.

    L’open di Francia è ancora in corso, ricordiamo un fatto eclatante e che ci fa onore: gli italiani hanno vinto tantissimi Roland Garros. Come mai?
    Lo sappiamo benissimo, l’Italia ha una grande scuola sulla terra rossa, dato che la stragrande maggioranza dei nostri campi è proprio formata da questa superficie. Non è un caso dunque che tennisti come Nicola Pietrangeli, Adriano Panatta e Francesca Schiavone abbiano trionfato al Roland Garros. La Schiavone si impose nel 2010 contro Samantha Stosur, Panatta nel 1976 su Harold Solomon e Pietrangeli due volte, nel 1959 e nel 1960 contro Ian Vermaak e Luis Ayala.

    Vediamo la collezione:

    Newsletter

    Commenti

    Ti potrebbe interessare...

    Segui i tornei in collaborazione con TENNISTALKER

    più popolari