More
    TennisTalker MagazineNewsAlex Corretja parla dell’ascesa di Alcaraz
    Pubblicato in:

    Alex Corretja parla dell’ascesa di Alcaraz

    “Penso sia semplicemente perfetto, è sensazionale per Rafa perché lui è il più grande campione che abbiamo mai avuto. Adesso ha a che fare con questo ragazzo, e sa cosa gli passa per la testa, e Rafa avrà bisogno di spingersi al massimo per superarlo e batterlo. È perfetto per lui perché porterà Rafa a migliorare ancora il suo gioco. Troverà modi di battere Alcaraz perché ha giocato contro di lui a Indian Wells e ha sofferto parecchio, sa di dover giocare al suo meglio per batterlo”.

    “È di molto più vecchio, ma ha parecchia più esperienza. È il migliore di sempre, specialmente sulla terra battuta, ma affrontare Carlos sarà una gran sfida per lui. Penso gli faccia molto bene perché sarà motivato ad allenarsi e migliorare in modo da vedere come fare male ad Alcaraz e ad altri avversari”.

    “Rafa non è geloso di Alcaraz. Sa che Alcaraz è pazzesco ma ha ancora parecchia strada da fare lungo la sua carriera, e, s’intende, magari un giorno si avvicinerà a Rafa. Ma al momento sta solo cominciando, per cui si va avanti passo per passo. Certo questa è una gran cosa per il tennis in generale e per quello spagnolo. È la miglior notizia che potessimo avere”.

    Corretja vede molto bene Alcaraz anche in prospettiva Open di Francia: “Ha una reale possibilità di vincere il Roland Garros, di sicuro. È tra i tre/quattro giocatori favoriti per la vittoria del torneo. Bisogna vedere come gli va la stagione sulla terra battuta, ma sicuramente al momento nessuno vuole giocare contro di lui perché sanno che soffrirebbero. Vedi uno che vola sul campo, che colpisce forte la pallina, che difende bene, e, naturalmente, sai che lotterà fino alla fine”.

    “Ha dimostrato di saper controllare molto bene le sue emozioni. Sa come cavarsela anche nei momenti cruciali di un tie-break al terzo (set). Si comporta come se avesse molta esperienza, ma è ancora molto giovane, il che dimostra che è molto furbo, molto intelligente. È molto professionale. È di ottimo auspicio per il futuro del tennis vedere che ci sono ragazzi molto umili ma, allo stesso tempo, molto ambiziosi. È una gran combinazione questa per diventare un campione”.

    “La stagione sulla terra battuta sarà molto importante per vedere quante partite vince e come può arrivare al Roland Garros senza essere cotto siccome sta giocando tante partite, vincendone la maggior parte. Adesso ha bisogno di tenere sotto controllo il suo calendario, ha bisogno di sapere dove vuole essere al suo meglio. Ed è solo diciottenne, per cui ha questa freschezza da ‘ok, posso cavarmela contro chiunque mi ritrovo davanti, contro chiunque mi mettano davanti’, ma ha bisogno di un po’ più di esperienza che ancora non ha, anche se ne sta guadagnando ogni singolo giorno”. 

    “Penso che sarà pronto per chiunque affronterà. Non importa se sarà Djokovic, Nadal, Zverev o Tsitsipas o chiunque altro, penso sia pronto. Non si tratta di mettergli pressione addosso, è solo la realtà. Sta dimostrando di essere pronto, e quando lo sei significa che il tuo livello è alto. Per cui penso sia una gran notizia quando ti danno questa specie di responsabilità di essere un campione”.

    “Quello che sta facendo è quasi un miracolo perché sta migliorando così tanto. Era trecentesimo al mondo qualche anno fa, l’anno scorso era centesimo e adesso è undicesimo. Ha fatto un salto enorme, il che è sorprendente. Anche se lo vedi che ha un gran talento e la determinazione per essere aggressivo e giocare bene, il modo in cui sta giocando – non solo sulla terra battuta ma anche sul cemento – e la costanza che sta avendo mi stanno impressionando tantissimo”.

    “Naturalmente quando corre verso la pallina è molto esplosivo. Sta migliorando il servizio, ma lo stesso questa è una parte del suo gioco che ha ancora bisogno di migliorare parecchio. È coraggioso, gli piace attaccare ma anche difendere. […] Si sa imporre ma allo stesso tempo quando ha bisogno di difendere e resistere lo fa. È un qualcosa che non tutti hanno. Alcaraz di sicuro ha entrambe queste qualità, ed è incredibile, e la sua attitudine è sempre ottima, è sempre positivo e con un buon carattere. È qualcosa che credo sia molto speciale”. 

    Fonte: https://www.eurosport.co.uk/tennis/why-carlos-alcarazs-miracle-breakthrough-is-sensational-for-rafael-nadal-alex-corretja_sto8872559/story.shtml

    Newsletter

    Commenti

    Ti potrebbe interessare...

    Segui i tornei in collaborazione con TENNISTALKER

    più popolari