More
    TennisTalker MagazineNewsBelinda Bencic: lo spettro del Covid aleggia ancora e lei non gioca
    Pubblicato in:

    Belinda Bencic: lo spettro del Covid aleggia ancora e lei non gioca

    Belinda Bencic si sarebbe rifiutata di giocare contro l’avversaria Leonie Kung durante la quarta giornata dell’Interclub LNA, il massimo campionato a squadre svizzero.

    La motivazione? L’avversaria era appena rientrata dal WTA di Palermo, in cui vi era stato un caso di coronavirus che ha coinvolto la tennista bulgara Victorija Tomova.

    La Kung aveva eseguito il test per il covid ed era stata dichiarata libera di giocare e continuare a disputare tornei, ma la Bencic non se l’é sentita.

    In Svizzera il campionato si gioca a porte aperte, motivo per cui un errore di distrazione avrebbe potuto causare la quarantena di almeno 300 persone.

    La tennista chiusa nello spogliatoio – Belinda Bencic

    Alcuni dicono addirittura che la Kung sarebbe stata chiusa dentro ad uno spogliatoio, ma i portavoci smentiscono sostenendo che le porte degli spogliatoi sono a volte più rigide da aprire, motivo che potrebbe aver fatto scatenare un’incomprensione tra le giocatrici.

    Pare che il padre della Kung abbia reagito male, arrivando addirittura a mettere le mani addosso, probabilmente mosso dalla rabbia per l’ingiustizia subita dalla figlia.

    La Bencic é stata chiara: tra non molto é attesa in America e contrarre il coronavirus significherebbe la fine di un progetto che é stato frutto di allenamenti e sacrifici.

    Kyrgios dice no agli us open

    La tennista non é l’unica che si é rifiutata di giocare. Anche Kyrgios é stato chiaro: non prenderà parte agli us open per rispetto delle vittime del covid-19.

    Cosa ne pensate delle scelte che stanno prendendo i tennisti? Dateci il vostro parere qui sotto nei commenti!

    Newsletter

    Commenti

    Ti potrebbe interessare...

    Segui i tornei in collaborazione con TENNISTALKER

    più popolari