I 4 BIG della storia del tennis italiano

I 4 big che hanno fatto la storia del tennis italiano!

0
1971
regolamento FIT

La scorsa settimana vi abbiamo parlato di talenti italiani in ambito tennistico, di ragazzi giovani e con tanta voglia di fare che si stanno facendo sempre più strada partita dopo partita.

Il tempo però, si sa, passa per tutti. Oggi abbiamo deciso di dare spazio ai big del passato, a quei talenti che hanno segnato la storia del tennis italiano e che molti tennisti di oggi guardano con rispetto.

Chi sono i 4 big del passato di cui abbiamo scelto di parlare oggi?

4 big da non dimenticare

  • NICOLA PIETRANGELI
4 BIG

Nato a Tunisi nel 1933, Nicola Pietrangeli é ricordato come uno dei più grandi tennisti italiani. Vinse due Roland Garros di seguito nel 1959 e nel 1960, arrivando quasi alla vittoria a Wimbledon nello stesso anno, perdendo contro Rod Laver.

Si aggiudicò la coppa Davis in Cile nel 1976, stupendo tutti coloro secondo i quali gli azzurri non avessero, in quell’occasione, grandi possibilità di riuscita. Un talento strabiliante, che si godette la vita il più possibile, o almeno, cosi dicono.

Pietrangeli era tra i più quotati in termini di scommesse sportive, in particolare nei campi in terra rossa, dove dava il meglio di sé. Ottenne dei risultati che non vennero mai più ripetuti.

  • ADRIANO PANATTA

Adriano Panatta é nato a Roma il 9 luglio 1950. Nel tennis, é considerato uno dei più grandi di sempre, in particolare nell’era Open, in cui vinse un torneo del grande Slam. Trionfò anche al Roland Garros nel 1976, diventando anche campione del mondo con la nazionale in coppa Davis. Una vita di successi che lo resero un tennista memorabile.

Nel 1979 arrivò ai quarti di finale a Wimbledon, ma il suo terreno preferito di gioco, quello su cui dava il meglio di sé, era, come per Pietrangeli, la terra rossa.

É considerato uno dei migliori, sia per lo stile tecnico che per i modi di fare, essendo particolarmente carismatico.

La classifica dei grandi della storia del tennis

  • CORRADO BARAZZUTTI

Nato a Udine nel 1953, Corrado Barazzutti ottenne il successo molto giovane. Arrivó in semifinale sia al Roland Garros che agli US Open. É stato il primo italiano a spingersi cosi avanti in questi tornei, vincendo un Grande Slam in juniores.

Perse nel 1977 a Montecarlo contro Bjorn Borg ma questo non frenò il suo talento. Infatti fu nello stesso anno che raggiunse la semifinale a Forest Hills, la prima ottenuta da un tennista italiano nello Slam newyorchese.

È stato n. 7 del mondo, seconda migliore classifica ATP e ad oggi allena, dando un notevole contributo nel rilancio del tennis italiano e nella formazione di tennisti con grande talento, come ad esempio Fognini.

  • ANDREA GAUDENZI

Classe 1973, Andrea Gaudenzi é ad oggi un dirigente sportivo ed imprenditore, oltre che ex tennista.

Il suo talento esplose a metà degli anni ’90, arrivando al n.18 nella classifica mondiale. Le sue prestazioni erano fuori dal comune e si batté con i denti per ottenere i grandi successi che raggiunse.

Partendo dalla Romagna viaggiò e vinse diventando campione del mondo junions al Roland Garros e agli US Open. Aveva uno stile virtuoso che saltava all’occhio, battezzandolo come uno dei tennisti più promettenti sulla scena italiana.

Ha portato l’Italia in finale in Coppa Davis nel 1998, quando dovette ritirarsi per uno strappo al tendine della spalla.

È il quinto tennista italiano in ordine di tempo (su un totale di dieci) a essere entrato tra i primi 20 giocatori del mondo dall’introduzione della classifica computerizzata.

Chi sono, secondo voi, i migliori tennisti italiani di sempre? Cosa ne pensate della nostra classifica dei 4 big? Fatecelo sapere nei commenti sui nostri canali social!