More
    TennisTalker MagazineNewsKyrgios a Montreal, “Posso davvero farmi strada nel torneo”
    Pubblicato in:

    Kyrgios a Montreal, “Posso davvero farmi strada nel torneo”

    Di De Minaur Kyrgios si è disfatto stanotte nel giro di solo un’ora di gioco. 6-2, 6-3 al suo connazionale n.21 del ranking ATP e il fresco vincitore del 500 di Washington si è assicurato il suo posto ai quarti, dove stasera affronterà Hurkacz (l’inizio della partita è previsto alle 18:00 ora italiana).

    Nell’intervista post-partita Kyrgios ha parlato della difficoltà di scendere nuovamente in campo quando la testa era ancora all’impresa compiuta il turno precedente contro Medvedev: “Incredibilmente difficile dopo l’acuto di ieri, contro Daniil, col pubblico che è stato fantastico. È stato un giorno che probabilmente non dimenticherò mai”.

    “Oggi mentalmente è stata dura per me scendere in campo e giocare contro Alex. Siamo così buoni amici e lui sta avendo una carriera talmente buona, fa da portabandiera per l’Australia da così tanto. È stata dura mentalmente. Non è mai semplice giocare contro un giocatore del genere, specie se è australiano”.

    “Sono solo sceso in campo e ho fatto il mio lavoro. Ho giocato nel modo in cui dovevo giocare. È un giocatore fantastico. Se dai modo di sfruttare i suoi punti forti è uno dei migliori giocatori in circolazione ed è così veloce. Farà una gran carriera”.

    C’è poi la mancanza di casa che inizia a farsi sentire: “Questi giorni stanno iniziando a fondersi l’uno con l’altro. Gioco la partita, fisioterapia, mangio, dormo, gioco. È stancante, ma questo è lo sport. Un po’ mi manca casa, non lo nego. Mia mamma e mio padre non li vedo da circa tre mesi, quindi mi manca casa ma al tempo stesso so che è solo questione di un paio di tornei prima di tornare”.

    Resta tuttavia la soddisfazione per l’importante traguardo raggiunto grazie alla qualificazione ai quarti, vale a dire l’essersi assicurato un posto da testa di serie allo US Open (al momento è infatti virtualmente il n.27 della classifica ATP): “Era il mio obiettivo, a maggior ragione visto che al primo round non ho beccato uno dei pezzi grossi. Posso davvero farmi strada nel torneo. Ho sempre la sensazione di poter contare sul mio gioco, non importa contro chi sono. Oggi mi sono sentito benissimo, spero di poter continuare così”.  

    Newsletter

    Commenti

    Ti potrebbe interessare...

    Segui i tornei in collaborazione con TENNISTALKER

    più popolari