More
    TennisTalker MagazineNewsSerena Williams, “Dovrei avere 30 e passa titoli Slam”
    Pubblicato in:

    Serena Williams, “Dovrei avere 30 e passa titoli Slam”

    Si è conclusa nella nottata italiana di oggi l’avventura di Serena Williams a Toronto, eliminata 6-2, 6-4 da Belinda Bencic.

    “Ovviamente ero molto emozionata. Amo giocare qui, ho sempre amato giocare qui. Vorrei aver potuto giocare meglio, ma Belinda oggi ha giocato talmente bene. Sono state 24 ore interessanti”.

    “Come ho detto nell’articolo, con gli addii me la cavo malissimo. Ma addio, Toronto. Sono stata molto felice di essere qui oggi e di giocare di fronte a voi, grazie del supporto”.

    Un momento carico di significato non solo per la Williams, ma anche per la svizzera, che ha commentato: “Solo l’essere in campo di fronte a lei oggi è stato davvero travolgente, direi. In un certo modo il suo essere una stella mi lascia un po’ scossa ogni volta che la vedo, per cui è difficile giocarci contro. È difficile mettere ciò da parte e concentrarsi solo sulla partita. Solo a guardarla ho l’impressione di sentirmi un po’ paralizzata”.

    La Bencic ha poi proseguito: “Stanotte il pubblico è stato incredibile. Il solo far parte di tutto questo è molto speciale per me come lo è per lei. E credo che allo US Open sarà ancor più speciale, quindi buona fortuna a chiunque ci giocherà contro”.

    La prossima tappa, salvo cambi di programma, sarà il Western & Southern Open a Cincinnati (13-21 agosto). Dopodiché sarà la volta dello US Open, di un’ultima caccia all’agognato 24° titolo Slam, e del ritiro dal tennis professionistico.

    “C’è gente che dice che non sono la migliore di sempre perché non ho infranto il record di Margaret Court di 24 titoli Slam, che lei ha raggiunto prima dell’era Open, iniziata nel 1968”.

    “Se dicessi di non volere quel record mentirei. Ovviamente lo voglio. Ma nella quotidianità a lei decisamente non ci penso. Se mi ritrovassi in una finale Slam, allora sì che ci penserei a quel record. Può darsi ci abbia pensato troppo, e questo non abbia aiutato”.

    “Per come la vedo, dovrei avere 30 e passa titoli Slam. Ho avuto le mie possibilità al ritorno dopo aver partorito. Sono passata da un taglio cesareo a una seconda embolia polmonare a una finale Slam. Ho giocato mentre allattavo. Ho giocato nonostante la depressione post parto”.

    “Ma non ce l’ho fatta. Avrei dovuto, avrei voluto, avrei potuto. Non ho giocato al livello a cui avrei dovuto o a cui avrei potuto. Ma per 23 volte l’ho fatto, ed è buono. Anzi, è straordinario”.

    “Ma in questi giorni devo scegliere tra ampliare il mio curriculum tennistico e costruirmi la mia famiglia, e scelgo quest’ultima”.  

    Newsletter

    Commenti

    Ti potrebbe interessare...

    Segui i tornei in collaborazione con TENNISTALKER

    più popolari