More
    TennisTalker MagazineTennis TTLesa Cup Open2ª tappa Lesa Cup Open, oggi le semifinali, domani la finale

    2ª tappa Lesa Cup Open, oggi le semifinali, domani la finale

    La seconda tappa della Lesa Cup Open in corso ad Arona è quasi al culmine: oggi alle 15:30 al via la prima semifinale tra Federico Campana e Gilberto Ravasio, mentre alle 17:30 inizierà quella tra Francesco Giuseppe Scarpa e Gregorio Biondolillo.

    Campana (2.3) e Biodolillo (2.3) sono rispettivamente le teste di serie n. 1 e 2 del torneo, nonché i finalisti della prima tappa svoltasi a Lesa, in cui a spuntarla è stato Campana 6-3, 7-6. I due hanno beneficiato di un bye ai primi due turni, esordendo così direttamente agli ottavi.

    Fulminante il percorso di Biondolillo, che si è disfatto di Mattia Colli (3.1) 6-3, 6-1, e ha poi tranquillamente superato Filippo Valsecchi (2.5) 6-1, 6-4.  “Sul primo col Colli c’era differenza abissale quindi chiaramente è andato via liscio. Sull’altro anche qui Biondolillo è in grado di aumentare il suo livello, quindi diciamo che così ad occhio Campana e Biondolillo sono i due potenziali finalisti” – ha detto Franco Castaldini, maestro e gestore del circolo, che su Biondolillo ha poi aggiunto: “Biondolillo è veramente agile, ha un tennis meno elegante secondo me di Campana, ma estremamente efficace”.

    Senza intoppi sono filate fin qui anche le partite di Campana, anche se ai quarti contro Nicolò Crespi ha dovuto affrontare un primo set combattuto (7-5), prima di dilagare nel secondo, vinto 6-1. Alla domanda se il dominio evidenziato dal risultato del 2° set sia stato dovuto più a un Crespi che ha mollato la presa, o a un Campana che ha alzato l’asticella, Castaldini ha risposto: “Diciamo che Campana ha alzato il livello. Campana ha una classifica effettiva di 2.1 al momento, quindi fa valere la sua maggior classifica”.

    Campana, che già durante la prima tappa aveva suscitato ammirazione negli spettatori col suo stile di gioco, anche ad Arona si è fatto notare: “È impressionante la potenza che esprime negli appoggi, quindi indipendentemente dai colpi che sono portati in maniera veramente elegante, tecnicamente è veramente molto bravo. Diciamo che a livello di appoggi è veramente potente, tra quelli che ho visto è il più potente in assoluto”.

    Gilberto Ravasio (2.5) – capace agli ottavi di eliminare Iacopo Maria Sada (2.4), testa di serie n.4 del torneo – si è guadagnato un posto in semifinale demolendo 6-1, 6-2 Giovanni Volpi (3.1), protagonista di un grande torneo che lo aveva visto fino a quel momento eliminare avversari tutti meglio classificati di lui: “Volpi è un ragazzino che sta crescendo, che tra l’altro ho allenato io quando era molto giovane, ed è riuscito a inanellare un paio di prestazioni maiuscole e quindi è riuscito a portare a casa il risultato, ma la sua classifica al momento non è di 2.5, se la può giocare ma perde sempre coi 2.5, quindi Ravasio, che gioca molto bene – perché guarda Ravasio vale un 2.3 – non c’è stata storia. Devo dire che ha servito anche molto male Volpi, però indipendentemente da questo avrebbe perso in ogni caso”.

    Insomma, bravi anche Ravasio e Scarpa (2.5) – quest’ultimo approdato in semifinale a seguito del ritiro di Matteo Volante – anche se: “Per quanto riguarda gli altri due semifinalisti gli ho visti giocare, sono due buoni giocatori, ma secondo me sono un paio di classifiche sotto gli altri due. Al di là che sono effettivamente di classifica inferiore, però la sensazione, anche a livello di velocità di palla, c’è una bella differenza”.

    È stato in definitiva un torneo emozionante, in cui non sono mancate conferme – vedi agli indirizzi di Campana e Biondolillo – così come ribaltamenti di pronostici, e al termine di questa giornata sapremo chi domani disputerà l’attesa finale.

    Newsletter

    Commenti

    Ti potrebbe interessare...

    Segui i tornei in collaborazione con TENNISTALKER

    più popolari