More
    TennisTalker MagazineNewsDjokovic sostiene Zverev, “Gli organizzatori dovrebbero parlare ai giocatori prima di prendere questo tipo di...
    Pubblicato in:

    Djokovic sostiene Zverev, “Gli organizzatori dovrebbero parlare ai giocatori prima di prendere questo tipo di decisioni”

    Si giocano oggi i sedicesimi degli Internazionali d’Italia sia in ambito ATP che WTA. Prosegue quindi il percorso di avvicinamento al Roland Garros (al via il 22 maggio), anche se è ancora recente l’amaro di una finale, quella del Master 1000 di Madrid, non altezza della portata dell’evento. Tra la delusione di chi sperava di assistere a un atto conclusivo più combattuto, e l’appagamento di chi si è accontentato di un’ulteriore conferma delle straordinarie capacità di Alcaraz, resta il maldestro inciampo organizzativo che ha visto Zverev impegnato fino a tardi nei due giorni precedenti la finale: una scelta miope che ha compromesso la qualità del torneo, e contro cui si è schierato anche Novak Djokovic.

    “Non puoi finire la tua partita di semifinale all’una di notte e giocare la finale il giorno seguente. Capisco che vogliano vendere più biglietti mettendo in programma una sessione notturna il sabato, ma può creare dei problemi. Gli organizzatori dovrebbero parlare ai giocatori prima di prendere questo tipo di decisioni. Quand’ero presidente del Consiglio dei giocatori diversi anni fa ho provato a risolvere questo problema. Ma ancora nulla è cambiato”. 

    Questo invece un estratto dell’accusa rivolta agli organizzatori da parte del n. 1 tedesco: “La programmazione deve essere fatta meglio… Ieri (sabato) ho iniziato la mia partita alle undici di sera. Ho giocato tre set. Ho finito all’una e mezza. Ora di tornare all’hotel, di mangiare, di lavorare col fisioterapista perché devo preparare il mio corpo per il giorno seguente, si sono fatte le cinque. Se stai alzato fino alle 4-5 di notte il giorno dopo sei stanco. Se lo fai due notti di fila sei morto. Non sarai capace di svolgere attività fisica ai massimi livelli”. 

    Newsletter

    Commenti

    Ti potrebbe interessare...

    Segui i tornei in collaborazione con TENNISTALKER

    più popolari