More
    TennisTalker MagazineNewsJustine Henin e gli eccessi del Tour ATP, “la cattiva condotta sta diventando inaccettabile”
    Pubblicato in:

    Justine Henin e gli eccessi del Tour ATP, “la cattiva condotta sta diventando inaccettabile”

    Tra chi accoglierebbe volentieri un inasprimento delle sanzioni da parte dell’ATP c’è Justine Henin. L’ex n. 1 belga ha criticato apertamente i tanti comportamenti scorretti e sopra le righe che di recente hanno caratterizzato l’andamento del Tour ATP, dalla violenza intimidatoria di Zverev contro il giudice di sedia in Messico, alle racchette che hanno colpito (Brooksby)  o sfiorato (Kyrgios) dei raccattapalle. Nella frequenza di questi avvenimenti, Henin intravede in trend che non le piace per niente, e che ritiene sia doveroso fermare agendo immediatamente. 

    “Dobbiamo intervenire” ha detto la belga all’Eurosport Tennis Club.

    “Ci auguriamo che si agisca concretamente in modo da fermare questi eccessi. Non puoi urlare a un giudice di sedia. Anche se non lo si fa apposta, spaccare una racchetta che poi volando va verso un raccattapalle è un problema”.

    “Puoi anche essere stanco… ma immagini come quelle di Zverev non devono tornare a vedersi. Questi sono atteggiamenti intimidatori, di rabbia, che non si possono vedere e che dobbiamo punire molto più severamente. Alexander Zverev non dovrebbe essere in campo oggi”.

    “La cattiva condotta sta diventando inaccettabile. Penso che si possa gioire per il tennis di Kyrgios, nei momenti in cui gioca magnificamente bene – anch’io ammiro ciò – ma ci sono eccessi che non possiamo accettare. Zverev… anche Medvedev all’Australian Open. Perché dove lo metteremo il limite?”

    “Brooksby non è nemmeno andato a scusarsi col raccattapalle. Kyrgios ha distrutto la sua racchetta e per poco non ha colpito un raccattapalle, e con la scusa che non l’ha colpito non l’hanno sanzionato!”

    “Penso sia ora di smetterla di distruggere racchette perché non sono immagini che vogliamo vedere in televisione. I migliori atleti devono restare dei modelli comportamentali, anche se sono umani”. 

    “Preferirei vedere i giocatori sotto i riflettori per il loro stile di gioco… ma se per rendere il tennis più attraente devi diventare volgare e violento – perché stiamo vedendo sempre più reazioni del genere – allora hai raggiunto il mio limite.  A me questo non interessa”.

    Tra gli atteggiamenti intollerabili Henin inserisce anche quelli mostrati da Bublik contro Carreno-Busta a Monte Carlo – il kazako ha lasciato all’improvviso il campo pur non essendo visibilmente infortunato – e da Victoria Azarenka al Miami Open – ha abbandonato il campo dopo 45 minuti sotto di un set e un break contro la sedicenne Linda Fruhvirtova.

    “Ci sono immagini inaccettabili: giocatori che abbandonano partite senza nessun apparente motivo, o perlomeno senza nessuna ragione di cui siamo a conoscenza, come Bublik. Recentemente l’abbiamo visto anche con Azarenka. Ci sono persone che pagano i loro biglietti, reti televisive che pagano tariffe, sponsor che mettono parecchi soldi per pagare questi giocatori. Lo trovo inaccettabile”.

    Fonte: https://www.eurosport.co.uk/tennis/alexander-zverev-should-not-be-on-court-today-justine-henin-hits-out-at-unacceptable-atp-incidents_sto8885460/story.shtml

    Newsletter

    Commenti

    Ti potrebbe interessare...

    Segui i tornei in collaborazione con TENNISTALKER

    più popolari