More
    TennisTalker MagazineNewsBoris Becker, se Alcaraz non fa una pausa prima del Roland Garros rischia l’infortunio
    Pubblicato in:

    Boris Becker, se Alcaraz non fa una pausa prima del Roland Garros rischia l’infortunio

    Parlando a Eurosport Germania, Boris Becker ha inquadrato Alcaraz come il prospetto migliore del panorama mondiale, mettendolo però in guardia dal sentirsi già arrivato – un pericolo rappresentato in particolare dai toni esaltati con cui si parla di lui. Non solo. Secondo Becker Alcaraz farebbe bene a evitare di giocare in maniera continuativa da qui al Roland Garros, perché nonostante la giovane età se scende in campo stanco rischia sul serio di infortunarsi.

    “Non deve credere al clamore che ha suscitato. Non è ancora il migliore. È il prospetto più promettente dell’intero panorama. Il modo in cui ha giocato quest’anno; solo un altro giocatore aveva fatto di meglio, e anche lui viene dalla Spagna. Ma la stagione sulla terra battuta è estenuante, le partite sono più lunghe. Spero non giochi Monte Carlo, Barcellona, Madrid e anche Roma perché sarebbe troppo a mio avviso. Deve prendersi una pausa perché semplicemente è umano e anche lui si stanca alle volte. Quando continui a giocare da stanco arrivano i primi infortuni”.

    La stagione del talento da Murcia è stata finora a dir poco eccezionale. Lungi dal smuoverlo dalla rampa di lancio su cui sembra proiettato, la sconfitta contro Sebastian Korda ai sedicesimi del torneo monegasco segna una frenata che forse permette di mettere meglio in prospettiva il lavoro che attende il diciottenne spagnolo, ripulendolo dalla fuorviante aura di imbattibilità che nelle ultime settimane gli aleggiava intorno. Becker l’ha detto, al ragazzo serve una pausa, ma Alcaraz al momento non sembrerebbe della stessa opinione. Il diciottenne spagnolo ha infatti ribadito la necessità per lui di accumulare partite sulla terra battuta, e la voglia di tornare ad allenarsi e concentrarsi sul prossimo torneo.

    “Sono un po’ deluso di me stesso. Durante la partita ho avuto molte occasioni di portarmi in vantaggio e andare vicino a vincere, ma queste sconfitte alle volte fa bene viverle. Bisogna giocarne di partite”. 

    “Non penso alle aspettative che la gente ripone su di me. Mi concentro solo su me stesso e su quel che devo fare. Ma come ho già detto, ho bisogno di giocare più partite sulla terra battuta. Sono pronto a tornare ad allenarmi e a concentrarmi sui prossimi tornei. È stata una partita difficile, ma penso di essere pronto mentalmente a giocare partite del genere, partite lunghe e difficili. Intendevo, sono pronto mentalmente e fisicamente”.

    “Non è mai semplice abituarsi a giocare sulla terra battuta. La prima partita è sempre dura, specie quando giochi contro Sebastian, che è un grande giocatore. Oggi le condizioni erano difficili, col vento e tutto, adesso è il momento di concentrarsi sul prossimo torneo e continuare a giocare sul rosso. Giocare sulla terra battuta è completamente diverso che sul cemento. I punti durano di più, e lo slice si usa molto di più che sul cemento. Devi adattare il tuo gioco alla terra battuta. È tutta un’altra cosa. Più top spin, punti più lunghi”. 

    Fonte: https://www.eurosport.com/tennis/carlos-alcaraz-has-to-take-a-break-before-the-french-open-to-avoid-a-potential-injury-says-boris-bec_sto8883796/story.shtml

    Newsletter

    Commenti

    Ti potrebbe interessare...

    Segui i tornei in collaborazione con TENNISTALKER

    più popolari