Tennistalker intervista.. Alessandro Bega!

Alessandro Bega ha da poco annunciato che..

0
2092
bega

Alessandro Bega ha da poco annunciato di essersi voluto ritirare dalle competizioni in modo definitivo.

Bega è stato finalista della Lesa Cup, torneo organizzato da noi di TennisTalker in collaborazione con Tennis Sporting Lesa.

Su Instagram, ha scritto ‘E’ stato un viaggio bellissimo, grazie a tutti quelli che ne hanno fatto parte!’

Noi lo abbiamo intervistato per voi, ecco cosa ci ha raccontato.

La decisione di lasciare il tennis professionistico. Raccontaci qualcosa!

La decisione di lasciare il tennis professionistico l’ho presa circa a fine settembre. Sono arrivato ad un momento a fine estate in cui non ero stufo ma mi iniziava davvero a stare stretto un po’ tutto, mi mancavano gli stimoli per andare avanti, dovuti soprattutto al fatto delle classifiche, della situazione post covid, ora è molto difficile salire con i punti con la situazione tornei. Mi sentivo bloccato in quel punto con poche possibilità di salire e la cosa mi iniziava molto a pesare finché ho preso questa scelta di smettere, anche per non arrivare ad odiare quello che ho sempre fatto. Ho preferito finire e fare questa scelta.


Come hai incominciato e quali sono stati gli episodi nel bene o nel male più importanti nella tua carriera?

Ho incominciato a giocare molto piccolo, da bambino. Mia nonna mi portava a fare delle passeggiate, vedevo giocare a tennis le persone, mio padre e mio zio a livello amatoriale. Volevo provare ed ho iniziato nel circolo vicino casa e poi da li piano piano è andato tutto avanti. Ricordo con piacere il primo future vinto in Kuwait, la qualificazione all’ATP 500 di Washington, insomma ce ne sono davvero tanti di episodi belli. Nel male vi dico, tutte le cose che col senno di poi avrei potuto fare diversamente, che sono però servite a farmi capire tante cose, soprattutto per il mio futuro. Scelte che avrei potuto fare in modo diverso, ma questo è e per il momento mi concentro sui bei ricordi invece di recriminarmi qualcosa delle scelte che ho fatto. Per ora ho solo bei ricordi e questo mi fa molto piacere, perché come ho scritto, è stato un viaggio bellissimo che mi ha dato tanto a livello tennistico e umano. E’ stata un’esperienza incredibile.


Che consiglio daresti sulla base delle tue esperienze ai giovani che si affacciano al tennis professionistico?

Consiglio che do ai giovani è provarci per davvero perché secondo me ne vale proprio la pena, alla fine non è semplice per niente quindi di provarci davvero a mettercela tutta fino in fondo, per poi non rimpiangere di averci provato non al 100%!


Quali sono i tuoi programmi futuri?

In realtà io ho già iniziato una nuova avventura, in questo momento sono in Florida, a lavorare con Tomljanovic, 45esima al mondo, per la preparazione invernale. Poi da qui il 27 dicembre andremo in Australia per i primi tornei ad Adelaide e Sydney. Questa sarà la mia nuova avventura nel mondo del tennis, non più da giocatore ma dall’altra parte.

Ringraziamo Alessandro Bega per l’intervista che ci ha rilasciato e gli auguriamo un grande in bocca al lupo per la sua carriera futura!