Ieri – oggi: Snauwaert oggi italiano

0
2886
Programma ambassador
Snauwaert

Lo storico marchio Snauwaert oggi è tornato.

Tutto inizia nel 1928, in una officina per telai d’auto in legno quando i cugini Valler Snauwaert and Eugeen Depla decisero di produrre canoe, mazze da hockey su prato e racchette da tennis. Nel dopoguerra, già con 40 dipendenti, Snauwaert continua a crescere e decide di focalizzarsi sul tennis. Negli anni ‘60, quando il tennis diventa uno sport popolare negli USA, arriva la produzione di massa delle racchette, arrivando a produrne fino a tre milioni ogni anno. Snauwaert rimane al vertice del tennis fino agli inizi degli anni ’90, prima di una pausa dal mercato a cavallo del nuovo millennio. Sono molti i successi nelle competizioni, con un totale di 66 titoli del Grande Slam.

Oggi grazie a Roberto Gazzara, ex capo della Ricerca e Sviluppo di Prince, Snauwaert è tornata sul mercato.

Dopo tre anni di studi di materiali, progettazione e sviluppo dei telai, il debutto in Giappone nel 2017 e, ad inizio 2018, la presentazione della linea prodotti completa in Europa e USA, con il motto #weservetennis 

Abbiamo avuto il piacere di conoscere e di conversare con Roberto. La cosa che ci ha colpito di più, oltre alla sua profonda competenza e professionalità è la sua passione.

Nel sentirlo descrivere e spiegare i suoi prodotti…si capisce… tutto questo non si può fare se non si ha una passione profonda per il proprio lavoro e per il tennis.

Le due famiglie di racchette sono Grinta (controllo) e Vitas (potenza).

corde snauwaert
corde snauwaert

Snauwaert offre il design più avanzato del mercato combinando molte innovazioni e ottimizzando, secondo le esigenze dei diversi stili di gioco, il comportamento dinamico di ciascuna racchetta. 

La prima innovazione tecnologica introdotta si chiama Bionic X-section, in cui la sezione della racchetta ha una geometria variabile, ispirandosi alla forma delle ossa umane, per massimizzare la risposta alle sollecitazioni, flessioni e torsioni, che si generano in maniera diversa in ciascun punto del telaio durante il gioco.  La sezione risulta quindi più pronunciata nella direzione di flessione (ad esempio verso il piatto corde ad ore 3 e a ore 9 – immaginando la racchetta come un orologio) e proponendo una sezione simmetrica ove la torsione è massima, cioè nel punto di flesso del telaio, a ore 5 e 7.

La seconda innovazione tecnologica è l’aver progettato una forma del telaio (e del piatto corde) specifica e non standard per ciascuna delle due famiglie. La linea Grinta offre una rivisitazione del classico ovale, allargandolo ad ore 3-9 e aumentando la lunghezza delle corde per meglio supportare lo stile di gioco, attuale e dei prossimi anni, con focus sul controllo e lo spin. La linea VITAS, pensata per i giocatori di potenza, offre una rivisitazione in chiave attuale della forma a diamante tradizionale di Snauwaert, che oltre ad allargarsi a ore 3 e 9, allarga la parte superiore del piatto corde per garantire uno sweet-spot più ampio e una maggiore lunghezza delle corde ove serve di più.  

Telaio
Snauwaert

La terza innovazione riguarda l’ottimizzazione della curva di flessione della racchetta, andando oltre il semplice valore di rigidezza complessivo, noto come RA. Infatti, a parità di RA, un telaio può flettere in modi diversi. I telai GRINTA offrono una flessione progressiva e lineare, garantendo maggior controllo e feeling con dwell-time allungato. I telai VITAS hanno una curva di flessione ad “S” rimanendo più rigidi nel cuore della racchetta e fino al punto di flesso ad ore 5 e 7, garantendo una risposta più immediata e massimizzata del piatto corde per una maggiore potenza.

La serie Grinta comprende due telai, entrambi per agonisti, ciascuno offerto in due pesi. Il numero associato a ciascun modello identifica l’area del piatto corde in pollici quadrati.

La GRINTA 98 Tour è pensata per gli agonisti attaccanti e a tutto campo. 

Profilo costante di 22 millimetri con piatto corde 16×19 con le corde orizzontali maggiormente spaziate nella parte superiore per offrire maggiore aggressività e spin, soprattutto al servizio. 

Vengono offerti due modelli: regular – 310g, 31,5cm, inerzia 290; light – 290g, 33cm,inerzia 290.

La GRINTA 100 è rivolta a giocatori agonisti a tutto campo con un gioco bilanciato. 

Profilo variabile 23-24-22, con il punto più alto ad ore 3; Piatto corde 16×18. 

La racchetta scelta anche da Alison Van Uytvanck e con cui ha vinto 2 tornei WTA e disputato gli ottavi a Wimbledon.

Vengono offerti due modelli: regular – 305g, 31,5cm, inerzia 285; light – 285g, 33.5cm, inerzia 285. Viene offerta anche la versione jr da 26” – 265g con le stesse caretteristiche di gioco del modello da adulto.

Se usi una Babolat Pure Strike, le Pro Staff e Blade della Wilson, la Head Prestige o Yonex VCore98 non puoi non provare una Grinta 98 Tour. La Grinta 100 è un must per chi oggi usa la Babolat Pure Aero, la Wilson Ultra, la Prince Tour, le Head Radical e Speed e Yonex VCore100. 

La linea VITAS è una linea molto versatile, e in base ai modelli può servire i giocatori agonisti che prediligono la potenza come anche i giocatori di club. Quattro telai, per un totale di 6 modelli. ( per i due superoversize, VITAS 110 e 115, vi invitiamo a prenderne visione direttamente sul sito www.snauwaert.com) 

La VITAS 100 è il telaio con il più ampio range di utilizzo, dall’agonista che predilige i telai potenti e spera di poter essere il prossimo Italiano a vincere il Master di Montecarlo (…) al buon giocatore di club.  

Profilo variabile 24-26-25, con il punto più alto ad ore 3; Piatto corde 16×19.

Vengono offerti due modelli: regular – 300g, 31.5cm, inerzia 285; light – 280g, 33.5cm, inerzia 285. Viene offerta anche la versione jr da 26” – 255g con le stesse caratteristiche di gioco del modello da adulto. 

La VITAS 100 è un’ottima alternativa e offre maggior controllo e feeling a parità di potenza a chi ora gioca con Babolat Pure Drive, Wilson Burn, Head Extreme/Instinct e Yonex VCore100

La Vitas 105 esalta ancora di più le caratteristiche all-court del modello 100, avvalendosi di uno sweet-spot (ricordate ne avevamo parlato…) la zona d’impatto utile di un telaio, ancora più ampio. Adatta a giocatori esperti ma anche a principianti che cercano un telaio che aiuta a migliorare la propria tecnica, garantendo il massimo comfort.

Profilo variabile 25-26.5-23, con il punto più alto ad ore 3; Piatto corde 16×19.

Vengono offerti due modelli: regular – 285g, 32.5cm, inerzia 287; light – 267g, 34cm, inerzia 287.

Se vorrai provare in campo una Vitas 100 non potrai non apprezzare la facilità nel generare velocità di palla, mentendo al tempo stesso una precisione notevole.

Il notevole spin generato, combinato con la velocità, produrrà quella che gli Americani chiamano “heavy ball”, un colpo profondo con rimbalzo più alto della media, spingendo il tuo avversario verso i teloni da fondo campo.

Non solo pesantezza di palla, ma anche un feeling ineguagliabile, con backspin naturale, sia profondo che a basso rimbalzo negli attacchi o in difesa così come nelle palle corte. 

In fase difensiva beneficerai dell’ampio sweet-spot del telaio nei colpi in recupero e con palla lontana dal corpo. Un notevole aiuto nei colpi fuori centro. Per il gioco di volo apprezzerai la maneggevolezza e stabilità con volée precise. 

Se invece vorrai provare una Grinta 98 Tour godrai di un controllo e una reattività incredibile, riuscendo a colpire la pallina in anticipo ma con precisione millimetrica. Lo spin generato nei servizi kick farà rimbalzare la palla altissima, aprendoti il campo per il vincente nel colpo successivo. La stabilità e la precisione ne fanno il telaio perfetto se vuoi attaccare sempre ed in ogni posizione del campo.

La Grinta 100, per te che giochi in maniera equilibrata, sia attaccando che difendendo, ti offrirà versatilità e sicurezza nei colpi, permettendoti di sostenere scambi prolungati ma anche di attaccare quando si presenta l’occasione. Fantastica sia sui colpi piatti che con forte rotazione offre un ampio sweet-spot, maggiore della media dei telai della stessa categoria che si trovano sul mercato, grazie alle corde orizzontali allungate ad ore 3 e 9. 

Caratteristica comune di tutti i telai è la stabilità ed il feeling che permettono di giocare in maniera decontratta e quindi stancandosi meno e mantenendo un livello elevato più a lungo. Soprattutto se userai le corde giuste per te, ovviamente scelte tra quelle offerte da Snauwaert! 

Per ogni racchetta Snauwaert consiglia una apposita corda, infatti produce tre modelli di corde: Black Beam, White Beam e Sunny Core.

Black Beam è una corda da agonisti. Monofilamento rigido ma confortevole, progettato per massimizzare lo spin e il; controllo viene offerto in tre diametri, 1,25-1.30-1.35,

White Beam invece è il monofilo adatto a giocatori esperti e di club. Blend unico di poliestere e materiale elastomerico è estremamente confortevole, offre la performance di un monofilo e il comfort di un multi.

Sunny Core è un multi, realizzato in polipropilene e presenta la stessa costruzione del budello naturale, a fettucce intrecciate. È la corda sintetica più elastica e potente sul mercato. È anche la più leggera, e garantisce una maneggevolezza alla racchetta non ottenibile con i tradizionali multi-filo in nylon. Particolarmente adatta alle incordature ibride.