More
    TennisTalker MagazineNewsAl via oggi la sedicesima edizione del DP World – World Padel Championships
    Pubblicato in:

    Al via oggi la sedicesima edizione del DP World – World Padel Championships

    Il montepremi? 500.000 euro!

    Oggi a dubai, negli Emirati Arabi Uniti, scatta la sedicesima edizione del DP World – World Padel Championships, il campionato del mondo organizzato dall’International Padel Federation (FIP) con la collaborazione della UAEPA, la Federazione Padel degli Emirati.

    Si giocherà fino a sabato 5 novembre sugli otto campi outdoor allestiti all’Aviation Club di Dubai, lo stesso impianto che da anni ospita i due tornei ATP e WTA di tennis, col Centrale all’interno del Duty Free Tennis Stadium.

    Sarà la prima edizione della competizione iridata dotata di un montepremi, ben 500.000 euro.

    La cerimonia del sorteggio ha diviso le formazioni in quattro gironi.

    L’Italia femminile, inserita fra le quattro teste di serie in virtù del terzo posto nell’ultima edizione giocata nel 2021 a Doha, è stata sorteggiata nel Gruppo C insieme a Messico, Paesi Bassi e Portogallo.

    La squadra maschile, inserita invece in seconda fascia grazie al quinto posto di Doha 2021, se la vedrà nel Gruppo B con i giganti dell’Argentina – che vantano il record di mondiali vinti, dieci con gli uomini e otto con le donne – oltre che con Belgio e Paesi Bassi.

    TORNEO FEMMINILE

    GRUPPO A: Spagna, Germania, Stati Uniti, Cile.

    GRUPPO B: Argentina, Belgio, Uruguay, Giappone.

    GRUPPO C: Italia, Messico, Paesi Bassi, Portogallo.

    GRUPPO D: Francia, Brasile, Paraguay, Svezia, Emirati Arabi Uniti.

    TORNEO MASCHILE

    GRUPPO A: Spagna, Uruguay, Gran Bretagna, Portogallo.

    GRUPPO B: Argentina, Italia, Belgio, Paesi Bassi.

    GRUPPO C: Brasile, Cile, Emirati Arabi Uniti, Ecuador.

    GRUPPO D: Francia, Paraguay, Messico, Egitto, Qatar.

    Da oggi fino a mercoledì si giocheranno gli incontri della fase a gironi, seguita dai tabelloni conclusivi: giovedì i quarti, venerdì le semifinali e sabato le finali.

    Ogni sfida fra due nazioni prevede tre incontri, nei quali i capitani hanno la facoltà di schierare le coppie che preferiscono, in qualsiasi ordine. 

    Accedono al tabellone finale otto squadre: le prime due classificate di ciascun gruppo. Le semifinaliste giocheranno per i posti dal 1° al 4° (con finale e finalina per il bronzo), mentre le sconfitte ai quarti si sfideranno per le posizioni dalla quinta all’ottava.

    Tutte le selezioni eliminate nella fase a gironi saranno comunque in gara fino a sabato per definire la classifica finale, dal 1° al 17° posto.

    La nazionale femminile, di nuovo guidata da Marcela Ferrari, schiera Giorgia Marchetti, Carolina Orsi, Chiara Pappacena, Carolina Petrelli, Emily Stellato, Giulia Sussarello, Valentina Tommasi e Roberta Vinci, ex top-10 nel ranking WTA di tennis e capace in fretta di scalare le gerarchie del movimento padelistico tricolore.

    La nazionale maschile, per la prima volta selezionata e capitanata da un gigante del settore come Miguel Sciorilli, annovera invece Marcelo Capitani, Daniele Cattaneo, Simone Cremona, Lorenzo Di Giovanni, Riccardo Sinicropi e tre debuttanti: Marco Cassetta, Giulio Graziotti e Denis Perino.

    “Partiamo con entusiasmo – ha detto la capitana femminile Marcela Ferrari – e con tanta voglia di vivere un’altra esperienza emozionante dopo quella del 2021 a Doha. Veniamo da un terzo posto che ci motiva a puntare in alto, anche se le squadre che ambiscono a un buon risultato sono sempre di più e il livello delle atlete si alza in continuazione. Molte sfide saranno decise da pochi punti e sono convinta che la forza del gruppo possa diventare un fattore determinante. Da questo punto di vista siamo messe bene: le ragazze sono molto unite e sanno fare squadra. Ripetere la medaglia di bronzo del 2021 non sarà semplice ma siamo pronte a dare il massimo in ogni singola sfida. Come se fossero tutte delle finali”.

    “Sono molto emozionato per questa prima volta – ha detto il capitano azzurro Miguel Sciorilli – e mi auguro di riuscire a portare ogni atleta a esprimersi al massimo. Ripetere il quinto posto del 2021 non sarà semplice, ma non è detto che non si possa addirittura fare meglio. Il mondiale è una competizione molto importante per i giocatori, per la loro crescita e per quella dell’intero movimento nazionale. Rispetto allo scorso anno ci sono tre nomi nuovi: ragazzi che hanno dimostrato di meritare un posto, grazie al loro rendimento. Da tutti mi aspetto il massimo impegno e che giochino ogni partita come se fosse la più importante. Di solito competono per loro stessi, mentre stavolta rappresentano un intero paese”.

    Newsletter

    Commenti

    Ti potrebbe interessare...

    Segui i tornei in collaborazione con TENNISTALKER

    più popolari