More
    TennisTalker MagazineNewsKyrgios campione a Washington, “Ho passato dei momenti davvero bui”
    Pubblicato in:

    Kyrgios campione a Washington, “Ho passato dei momenti davvero bui”

    Nick Kyrgios torna al trionfo a Washington, là dove nell’agosto di tre anni fa aveva alzato l’ultimo titolo nel singolare battendo Medvedev 7-6, 7-6. A questo giro di fronte all’australiano c’era Yoshihito Nishioka, protagonista di un torneo strabiliante nel corso del quale ha eliminato nell’ordine Brooksby, De Minaur, Khachanov, Evans e Rublev. Niente da fare però contro un Kyrgios anche lui in gran spolvero, trainato da un servizio spettacolare lungo l’intera manifestazione, e capace di intascarsi il settimo titolo nel singolare chiudendo i conti 6-4, 6-3 dopo un’ora e 23 minuti di gioco.

    “È molto emozionante per me, da dov’ero l’anno scorso rispetto a ora è semplicemente una trasformazione incredibile. Sono sceso in campo con una gran energia. Sapevo di avere dalla mia l’esperienza. Amo questo campo, ho giocato talmente tante buone partite qui, sono davvero contento di me stesso”.

    Il focus si sposta poi dalla partita appena vinta a uno sguardo più d’insieme, in una considerazione che abbraccia anche i periodi difficili alle spalle: “Ho passato dei momenti davvero bui. Solo l’essere stato capace di svoltare… ci sono così tante persone che mi hanno aiutato ad arrivare qui, ma io, io ho dimostrato della forza non da poco nel continuare e perseverare e attraversare tutti quei momenti ed essere comunque capace di ottenere buoni risultati e vincere tornei come questo”.    

    Una rinascita frutto di impegno – “Penso sia il riflesso degli ultimi sei mesi, di quanto duramente sto lavorando” – e continuità: “Sono solo molto felice di proseguire nel mio stato di forma anche dopo Wimbledon. Credo che si abbia una piccola finestra di tempo dopo uno Slam in cui la gente ha una certa paura di te prima di scendere in campo. Penso di aver ricavato il massimo da questa settimana. Sono molto contento della mia performance”.

    A coronare la sua settimana nella capitale federale ha contribuito anche il titolo nel doppio, vinto in coppia con Jack Sock, che Kyrgios ha definito “il mio tizio preferito con cui giocare”, scusandosi poi con l’amico Thanasi Kokkinakis. “È stata una settimana d’inferno, singolare e doppio. Probabilmente mi sarei ritirato prima dal doppio se non fosse stato per Jack”.

    Newsletter

    Commenti

    Ti potrebbe interessare...

    Segui i tornei in collaborazione con TENNISTALKER

    più popolari