More
    TennisTalker MagazineCuriositàI miti del tennis da sfatare, che ti impediscono di giocare al meglio parte2
    Pubblicato in:

    I miti del tennis da sfatare, che ti impediscono di giocare al meglio parte2

    Caro talker,

    come ti dicevamo settimana scorsa, esistono dei falsi miti nel tennis, tramandati da giocatore a giocatore e da allenatore ad atleta, che spesso ti impediscono di giocare al meglio.

    Nell’articolo precedente abbiamo visto i primi due, se te li sei perso, eccoli qui! I successivi sono questi:

    Mito#3

    La tecnica del mito del tennis n. 3 dovrebbe venire naturale alle persone e non dovresti pensarci. Falso. Questo mito del tennis implica che un tennista non dovrebbe pensare alla tecnica del tennis, ma quella buona tecnica arriverà da sola. Ma questo non è vero. La tecnica ottimale si basa su un insieme molto definito di movimenti che separano i giocatori di livello superiore dai tennisti medi. Ci sono fondamentali e punti di controllo importanti nella tecnica del tennis che spesso devono essere insegnati e consapevolmente radicati nella pratica per avere nel proprio gioco.

    Mito#4

    La genetica e il “talento naturale” sono ciò che è responsabile dell’avere le capacità per essere un buon giocatore. Falso. Questo mito del tennis implica che o hai il “gioco” o non lo hai. Sebbene i migliori professionisti, come Roger Federer, Nadal, Roddick abbiano caratteristiche del loro gioco che sembrano quasi divine, ciò è dovuto a nient’altro che alla tecnica tecnicamente perfetta. Ovviamente, potrebbero avere un vantaggio rispetto al resto di noi, grazie alla loro formazione, risorse e coaching, questo non significa che non puoi almeno migliorare il tuo gioco di tennis fino alle abilità a livello di torneo. Spesso, questo è usato come scusa o giustificazione.

    Caro talker, ti ci ritrovi? Facci sapere!

    Newsletter

    Commenti

    Ti potrebbe interessare...

    Segui i tornei in collaborazione con TENNISTALKER

    più popolari