More
    TennisTalker MagazineNewsWimbledon finale: Berrettini non vince, ma Matteo ci ha resi orgogliosi!
    Pubblicato in:

    Wimbledon finale: Berrettini non vince, ma Matteo ci ha resi orgogliosi!

    Che un italiano fosse arrivato in finale nessuno se lo sarebbe aspettato. I sogni sono fatti per le persone coraggiose, per gli altri c’é il cassetto, come dice il cronista sportivo. In piú, ecco la prima donna ad arbitrare la finale di Wimbledon.

    134’edizione, la prima con un italiano in finale in singolare. É una giornata unica. Djokovic punta al sesto titolo a Wimbledon. Tutti in bianco, come Wimbledon richiede. Berrettini emozionato, con un pubblico di persone importanti, tra cui per esempio Tom Cruise o Stan Smith e la duchessa di Cambridge.

    Djokovic inizia con un piccolo di incertezza, e anche il rovescio di Berrettini non é apprezzabile. Servizio e dritto sono i colpi più devastanti in questo periodo dell’anno. Due doppi falli e palla break per Berrettini che viene poi annullata.

    1 a 0 per Djokovic. Colpo sotto il nastro per Berrettini che permette a Djokovic di passare avanti. Ed ecco la diagonale vincente per Berrettini, la sua preferita.

    Coscia fasciata per l’azzurro. Il rovescio di Djokovic non é una novità e si fa riconoscere subito.

    1-1 pari, poiché Djokovic non risponde bene. Matteo sembra sciolto e riesce a tenere le fila. Poi subentra un po’ troppa foga per Berrettini, che deve spingere e cambiare ritmo.

    IL primo set si conclude con 2 a 1 per il serbo.

    Secondo round – Wimbledon

    Berrettini prova i due angoli ma finisce sul nastro, Djokovic in vantaggio. Due colpi spanciati per Djokovic, ecco la prima palla break a favore del serbo. Buono il servizio di Berrettini, con un Djokovic ancora non entrato a pieno regime

    Si procede, Djokovic eccezionale, ma Berrettini fa punto. Il braccio rigido nella gestione della mozzata é il terzo errore di Berrettini in questa finale che non lascia scampo ad errori.

    Ma siamo a 4 a 2 per Djokovic. L’emozione dell’italiano si fa sentire. Continua questa partita, con un ulteriore errore per Berrettini. Bellissima seconda palla per Berrettini, piuttosto nervoso peró.

    Djokovic ha sempre la risposta pronta, ma Berrettini non molla. La grandezza di Djokovic é che riesce sempre a farti giocare i colpi nei punti tuoi più scomodi. Il serbo non ha punti deboli.

    Il miglior punto della partita di Berrettini arriva, ora il braccio é sciolto e si inizia a giocare! – Wimbledon

    L’Italiano pian piano si sta lasciando andare, ma ha ancora qualche punto debole da rimodellare. Dritto di Berrettini, e il punto arriva. ARRIVA IL CONTROBREAK E SI ARRIVA A 5 A 4!

    Entrambi piuttosto nervosi, ma ora si é dentro in partita con Djokovic sempre molto ben disposto ad avvicinarsi alla rete.

    In un attimo arriva il 6-5 per Djokovic, che colpisce con una velocità incredibile e sempre in crescita, chiara dimostrazione di quanta esperienza il serbo abbia.

    Due errori di dritto consecutivi per Berrettini ma in poco tempo arriva il tie-break e siamo a..

    6 PARI! – Wimbledon

    Che partita emozionante, Berrettini sta mettendo in gioco tutto il suo talento cosi come Djokovic. Ora si che si inizia a giocare. La qualità e la precisione del serbo lo rendono speciale.

    Quarto ACE della partita, Berrettini salva il set Point, raggiungendo il 7-6 per l’italiano!

    Momento delicato dal punto di vista psicologico. Dal 40 a 15 deve salvare ora il palla break l’italiano, ma non riesce. Arriva uno scambio eccezionale, e il secondo set prosegue con un 5-2 per il serbo. Errore con il dritto, segnale di tensione per Djokovic. Ecco il 5-3 per il serbo.

    Si arriva a 4-5 per l’italiano, con 222 km orari!

    Siamo a 1-1. Come proseguirá la partita?

    Riuscirá Berrettini a riprendere i punti mancanti? Si sta battendo con le unghie e con i denti, con una tecnica che all’inizio ha fatto oscillare i colpi, ma che poi si é rivelata superiore!

    Ora che l’emozione é stata superata, si va avanti con meno ansia, sperando nella vittoria.

    Berrettini tiene a zero il servizio, sotto 3-4 con Djokovic

    Gran turno in battuta di Matteo, che sale 40-0 e si prende ancora il ‘Matteo-Matteo’ del Centrale. Con il dritto chiude il game, è ovazione per l’italiano. Ora Nole gioca chiaramente con il pubblico a sfavore.

    Matteo vince quindi il primo set, Nole pareggia i conti: 7-6 4-6. Nole punta a raggiungere Nadal e Federer a 20 Slam.

    Vittoria per Nole

    Alla fine, dopo una partita particolarmente coinvolgente, Nole vince la partita. Peccato, Berrettini ha giocato molto bene, non si é lasciato prendere dal panico, anche se ammette di non riuscire ancora a gestire le emozioni come il serbo. Ringraziando la famiglia, dichiara che questo per lui a 25 anni é solo l’inizio di una grande carriera.

    Avete seguito la partita?

    Per chi tifavate? Berrettini ha regalato ad un bambino la sua racchetta a fine gioco, simbolo della sua grande umiltà.

    Partita davvero entusiasmante, ricca di colpi di scena, di momenti che entreranno nella storia.

    Wimbledon – Un match davvero speciale. Per chi l’avesse perso, vi invito a seguirci per non perdere ulteriori dettagli, sempre qui su Tennistalker!

    Newsletter

    Commenti

    Ti potrebbe interessare...

    Segui i tornei in collaborazione con TENNISTALKER

    più popolari